Politica: Borzì (Acli Roma), libro di Letta “insegna ad imparare dalle cadute”

“Si sente l’esigenza di svegliare le coscienze e di mettere al centro la buona politica. Viviamo in un tempo ripiegato troppo sul presente con tanta miopia e impreparazione”. Lo ha detto Lidia Borzì, presidente delle Acli della provincia di Roma, a margine della presentazione del libro “Ho imparato” di Enrico Letta. Le Acli di Roma hanno ideato un progetto di formazione politica dedicato ai giovani. “Lo diceva anche il presidente della Repubblica Mattarella che la formazione nella politica è una via obbligata. Ecco perché abbiamo pensato a due progetti, uno per la partecipazione attiva e un altro che rappresenta un vero cantiere. I due progetti sono supportati dalla Chiesa che rappresenta davvero una Chiesa in uscita. Il secondo punto di forza è la valorizzazione della rete che mette insieme le esperienze socio politiche. A noi interessa dare strumenti ai giovani, promuovere lo studio, abituarsi a fare proposte, prepararsi alla mediazione che sia una sintesi alta e la valorizzazione della comunicazione che possa contrastare le fake news. Trovo degli spunti nel libro del professor Letta per una politica che dia speranza, la dignità delle persone che viene calpestate puntualmente, una politica non scontata e capace di ascoltare il grido dei poveri”. “In un tempo in cui tutti hanno la pretesa di insegnare qualcosa – ha concluso – mi colpisce come questo libro sia educativo soprattutto per i giovani e insegni ad imparare dalle cadute”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori