Sport: Csi, da domani a Roma convegno sul rapporto fra universo sportivo e mondo ecclesiastico

Nell’ambito delle iniziative legate al 75° anniversario dalla sua nascita, il Csi propone a Roma per le giornate del 15 e 16 marzo, presso Villa Aurelia, un incontro di riflessione sul tema del rapporto fra universo sportivo e mondo ecclesiastico.
L’evento avrà come tema “Sport o Chiesa?”. “Che sia antitesi o equivoco – si legge in una nota – la domanda che apparentemente sancisce un’antinomia che sconfessa tanto magistero ecclesiale sullo sport, vuole invece evidenziare l’esigenza di una scelta, di un chiarimento, cercando di inquadrare la genesi del rapporto tra sport e Chiesa, e verificare lo spazio che l’esperienza sportiva possiede in ambito pastorale”.
“Il titolo – spiega l’assistente ecclesiastico nazionale del Csi, don Alessio Albertini – nasce da una semplice constatazione: lo sport, soprattutto quello promosso nelle parrocchie e negli oratori, sembra essersi allontanato dalla pastorale per entrare nel vortice della semplice competizione e al contempo, dobbiamo dirlo, la pastorale ordinaria delle parrocchie sembra non volersene occupar e perché sono altre le priorità. Si vive molto spesso da separati in casa, con rapporti di buon vicinato e in alcuni casi in modo conflittuale. Ma in tante situazioni, invece, l’alleanza è ancora buona”.
Gli fa eco il pensiero del presidente nazionale del Csi, Vittorio Bosio: “Ancora oggi sentiamo forte il senso di appartenenza alla Chiesa italiana. Ci unisce l’impegno a realizzare un progetto di servizio educativo in particolare ai giovani, che affonda le proprie radici nelle motivazioni così solide che resistono al passare del tempo e anziché indebolirsi, si consolidano”.
Tra gli interventi in programma quelli di Antonella Stelitano, don Ugo Lorenzi, don Gionatan De Marco, Santiago Pérez de Camino, suor Elisabetta Stocchi e Michele Catarzi.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa