Tribunale ecclesiastico regionale pugliese: nel 2018 cause introdotte in calo. Don Larocca (Vicario), “con la riforma giustizia più celere”

Sono state 210 le cause di nullità matrimoniale introdotte nel Tribunale ecclesiastico regionale pugliese nel 2018 contro le 261 dell’anno precedente. Lieve riduzione anche per quelle decise. Sono state 252 contro le 264 del 2017. I dati sono stati resi noti stamani durante la cerimonia di inaugurazione dell’anno giudiziario del Tribunale. “Il numero di cause introdotte (210), inferiore rispetto allo scorso anno (261), è dovuto soprattutto al fatto che nell’ultimo quadrimestre, dei tre patroni stabili ne è stato operativo solo uno, in quanto una ha lasciato il servizio e l’altra era in maternità – ha segnalato don Pasquale Larocca, vicario giudiziale del Tribunale -. Ciò spiega anche la lieve flessione delle cause decise. Per l’anno in corso la Conferenza episcopale regionale ha deciso l’immissione in organico del terzo patrono stabile”. Il vicario ha spiegato, inoltre, che “la riforma pontificia ha ampiamente soddisfatto le attese circa una giustizia più celere ed efficace, attraverso un sensibile snellimento delle procedure. I tempi processuali si sono notevolmente ridotti e un processo celebrato con rito ordinario, nelle migliori condizioni, viene evaso in meno di un anno”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa