Europa: Mattarella, “ideale europeo va incoraggiato, rafforzato e protetto dalle numerose insidie contemporanee”

(Foto: Ufficio per la Stampa e la Comunicazione della Presidenza della Repubblica)

“L’ideale europeo, e la sua realizzazione nell’Unione, è stato – ed è tuttora – per tutto il mondo, un faro del diritto, delle libertà, del dialogo, della pace. Un modo di vivere e di concepire la democrazia che va incoraggiato, rafforzato e protetto dalle numerose insidie contemporanee, che vanno dalle guerre commerciali, spesso causa di altri conflitti, alle negazioni dei diritti universali, al pericoloso processo di riarmo nucleare, al terrorismo fondamentalista di matrice islamista, alle tentazioni di risolvere la complessità dei problemi attraverso scorciatoie autoritarie”. Lo ha affermato questa mattina il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nel suo intervento durante la celebrazione del “Giorno del ricordo” al Quirinale.
Il Capo dello Stato ha ricordato come “l’idea di Europa è nata tra i fili spinati dei campi della morte. Si è sviluppata in un continente diviso in blocchi contrapposti, nel costante pericolo di conflitti armati: per dire mai più guerra, mai più fanatismi nazionalistici, mai più volontà di dominio e di sopraffazione”. Così “oggi popoli amici e fratelli collaborano insieme nell’Unione europea per la pace, il progresso, la difesa della democrazia, la prosperità”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa