Intelligenza artificiale: Cominardi (sottosegretario Lavoro), “un miliardo per sostenere le imprese nella transizione digitale”

“Nonostante siamo passati dall’era della società industriale all’era della società digitale, in Italia abbiamo un analfabetismo digitale impressionante”, esordisce Claudio Cominardi, sottosegretario al ministero del Lavoro e delle politiche sociali, al convegno dell’Università europea di Roma su intelligenza artificiale e professioni. Riflettendo su rivoluzione tecnologica e futuro del lavoro, il sottosegretario richiama i magazzinieri robotizzati – “veri droni a terra”, li definisce – impiegati da Amazon, “che fanno il lavoro di 30 magazzinieri umani lavorando h24”. “Bisogna prendere il treno delle tecnologie per non restare indietro rispetto ai competitor internazionali”, avverte richiamando il pool di esperti istituito dal Mise per approfondire le potenzialità di queste tecnologie ed elaborare una strategia nazionale per l’intelligenza artificiale. A questo riguardo Cominardi ricorda il fondo di un miliardo di euro stanziato per “investire in formazione” e sostenere le imprese a “superare il gap digitale e ad investire in innovazione”. Per dare loro “la possibilità di evolversi – annuncia – abbiamo pensato al digital transition manager che sia in grado di accompagnarle in questo processo”. Infine un cenno alle Blockchain “una grande opportunità, e non solo in ambito finanziario. Con il loro protocollo si può ad esempio contrastare la contraffazione del made in Italy”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa