Faci: don Giaretti, “un secolo di dialogo con i sacerdoti” grazie all’Amico del Clero

“Uno strumento per formare ed informare, per creare unione comunione tra i sacerdoti ed essere a servizio della Chiesa in Italia”. Così don Maurizio Giaretti, presidente della Federazione tra le Associazioni del Clero in Italia (Faci), definisce L’Amico del Clero, la rivista ufficiale che compie 100 anni. L’importante anniversario viene celebrato in questi giorni a Vicenza, nell’ambito di Koinè, il salone internazionale dedicato al settore religioso organizzato a Vicenza fino a lunedì da Italian Exhibition Group. L’obiettivo non è solo quello di “festeggiare un traguardo raggiunto, ma soprattutto guardare al domani con il desiderio di crescere, fare sempre più e sempre meglio”, spiega don Giaretti ricordando che la rivista, distribuita in 14mila copie su tutto il territorio nazionale, “informa sulle scadenze e sulle novità che riguardano e coinvolgono la quotidianità dei sacerdoti e aiuta a mantenere viva e permanente la formazione di pastori, non solo nell’ambito giuridico e amministrativo, ma anche in quello pastorale, spirituale e teologico”.
Per l’occasione, la Faci ha allestito una mostra che racconta “un secolo di dialogo con i sacerdoti” e permette di ammirare le annate più significative. Inoltre, ha organizzato il convegno “Un secolo di (in)formazione. Cento anni in aiuto ai sacerdoti” che si terrà lunedì 18 febbraio e sarà aperto da monsignor Beniamino Pizziol, vescovo di Vicenza. Seguirà una tavola rotonda a cui prenderanno parte monsignor Claudio Giuliodori, assistente ecclesiastico generale dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, don Maurizio Patriciello, parroco di Caivano, nella Terra dei fuochi, e Luigi Accattoli, vaticanista e scrittore. Modererà i lavori Mimmo Muolo, vaticanista e vice capo della redazione romana di Avvenire.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo