Giornali Fisc: mons. Pizziol (Vicenza), “nuovi abbonamenti a La Voce dei Berici” come “regalo per Natale”

“I tempi complessi e difficili che stiamo vivendo, la necessità di essere sempre più diretti e incisivi nella comunicazione, la crisi profonda in cui versa la carta stampata, il fisiologico calo di abbonamenti che coinvolge anche i media cattolici, impongono a tutti noi un supplemento di impegno”. Lo scrive il vescovo di Vicenza, mons. Beniamino Pizziol, in una lettera inviata ai fratelli e alle sorelle delle Comunità cristiane, ricordando l’impegno del settimanale diocesano “La Voce dei Berici”, che “si sta dibattendo con queste problematiche, nonostante gli sforzi compiuti, in particolare con il rinnovamento della grafica e dei linguaggi, per diventare sempre più appetibile e leggibile, puntuale nel raccontare le nostre comunità”. “La diocesi ha difficoltà nel garantire la copertura finanziaria del giornale e deve limitare i suoi contributi – ha aggiunto il presule -. L’unica maniera per sostenere e mantenere in vita l’appuntamento settimanale con la nostra “Voce” è accrescere di almeno mille il numero degli abbonati, che equivale a tre nuovi abbonamenti annuali per ciascuna parrocchia”. Un traguardo che “non è impossibile”, “conoscendo la generosità della nostra gente”. “Tre nuovi parrocchiani che si avvicinano alla nostra Voce dei Berici, uno sforzo da compiere, un dono da suggerire”. Infine, l’invito a fare alla “Voce”, e alla “nostra Chiesa diocesana”, “questo regalo per Natale”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy