Papa Francesco: a Ong di ispirazione cattolica, date “una testimonianza concreta per rendere il mondo una ‘casa comune’”

“Vi ringrazio di essere venuti da vari Paesi del mondo per condividere esperienze e riflessioni intorno al tema dell’inclusione. Grazie per questo sforzo” e “con esso, desiderate trasmettere una testimonianza concreta per incoraggiare l’accoglienza e l’inclusione dei più vulnerabili, per rendere il mondo una ‘casa comune’. Tutto ciò lo realizzate con esperienze sul campo e anche nell’ambito politico internazionale”. Lo ha detto, stamattina, Papa Francesco, ricevendo in udienza, nel Palazzo apostolico vaticano, i partecipanti al IV Forum mondiale delle Ong di ispirazione cattolica, in corso a Roma dal 5 al 7 dicembre 2019, sul tema “Toward a More Inclusive Society”.
“Molti di voi si interessano e cercano di essere presenti nei luoghi dove si dibattono i diritti umani delle persone, le loro condizioni di vita, il loro habitat, l’educazione, lo sviluppo e altri problemi sociali. In questo modo, realizzate quanto ha affermato il Concilio Vaticano II: la Chiesa ‘si trova nel mondo e insieme con esso vive ed agisce’”, ha ricordato il Pontefice. Si tratta di una “frontiera” per la Chiesa “in cui potete svolgere un ruolo notevole, come ricordava lo stesso Concilio trattando della cooperazione del cristiano nelle istituzioni internazionali”, che allora come oggi deve puntare su tre aspetti: la formazione degli aderenti; i mezzi necessari; condividere iniziative sapendo lavorare in gruppo.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy