Natale: Pompei, stasera l’arcivescovo Caputo inaugura la VI rassegna presepistica

In sintonia con la recente lettera di Papa Francesco “Admirabile signum” sul significato e il valore del presepe, l’arcivescovo di Pompei, mons. Tommaso Caputo, inaugura oggi, alle 18.30, la VI edizione della rassegna presepistica. Nella città mariana, la tradizione di allestire presepi ha oltre cento anni: fu, infatti, lo stesso fondatore Bartolo Longo, nel Natale 1884, durante la costruzione della basilica, a far realizzare il primo presepe pompeiano, affermando che “il presepio è l’espressione della più tenera poesia della fede”. Da allora, grazie alla capacità e alla fantasia di abili artigiani, ne sono stati realizzati molti altri, esposti in santuario per aiutare i pellegrini a rivivere il mistero dell’incarnazione nelle diverse espressioni artistiche. Quest’anno, nella sala del santuario cui si accede da piazza Bartolo Longo, attraversando il giardino dei santi pellegrini, saranno esposte opere della tradizione artistica napoletana del ‘700. Interamente realizzati a mano, i presepi sono creati con diversi materiali: sughero, legno e cartapesta per le scenografie, terracotta, legno e seta per i pastori. Qui saranno inaugurate anche le luminarie natalizie che renderanno il percorso ai presepi ancora più suggestivo. La mostra resterà aperta fino al 12 gennaio 2020. Com’è tradizione, il 16 dicembre, con l’inizio della novena di Natale, al suono delle zampogne, sarà inaugurato il presepe allestito in basilica, all’altare San Giuseppe.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo

Informativa sulla Privacy