This content is available in English

Commissione Ue: Green Deal prende forma, 11 dicembre la presentazione. Nella bozza: economia circolare, energia pulita, biodiversità

(Bruxelles) Il lancio dello European Green Deal, uno dei punti centrali del programma della Commissione Von der Leyen (nella foto), avverrà l’11 dicembre. Ma circola già a Bruxelles la prima bozza della comunicazione che contiene l’elenco degli elementi strategici del pacchetto. L’Ue metterà in campo “una serie di politiche profondamente trasformative”, con una “legge sul clima” in cui rientrerà l’obiettivo della neutralità climatica per il 2050. Si lavorerà sui temi “energia pulita, economica e sicura”, per “una strategia per la sostenibilità industriale e per un’economia circolare e neutrale dal punto di vista del clima”, si prenderanno in esame i materiali edili e costruttivi, la mobilità emissioni zero. La trasformazione riguarderà anche la protezione di ecosistemi e biodiversità; il sistema agro-alimentare (“Dalla fattoria alla forchetta” il titolo provvisorio di questo pacchetto); la lotta contro “tutte le fonti di inquinamento” dell’aria e dell’acqua. Un secondo filone di lavoro sarà volto a “integrare la sostenibilità” in tutti i settori (finanza, fiscalità, ricerca e innovazione, istruzione e formazione, digitale). Un capitolo riguarderà la dimensione sociale con una “iniziativa per una transizione equa”, dai contenuti al momento non ancora definiti; compare un “patto climatico europeo” che dovrà coinvolgere i Paesi Ue e tutti gli stakeholders. Tra i punti della bozza anche il coinvolgimento dei cittadini, la responsabilità sociale d’impresa, città, aree rurali e regioni, lo sguardo alla dimensione internazionale.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo

Informativa sulla Privacy