Diocesi: Ragusa, mostra fotografica sui momenti più significativi dei pellegrinaggi a Lourdes

Dopo il santuario della Madonna delle Lacrime, a Siracusa, fa tappa anche a Ragusa la mostra fotografica “Vivrò d’amore”. Si tratta di una sequenza di quarantuno foto che raccontano le storie dei volontari dei pellegrinaggi Unitalsi in treno a Lourdes, viaggio durante il quale si intrecciano le vite delle persone con disabilità o ammalate e quelle dei volontari, la comune gioia nel trasformare le lacrime in sorrisi, i giorni a Lourdes, i pensieri, le preghiere, i volti capaci di diffondere il valore del dono, della sofferenza, della persona. L’autore delle foto è l’artista siciliano Vito Finocchiaro, fotografo freelance e vincitore di Awards nazionali ed internazionali. Le foto sono commentate da Carmelo Ferraro, volontario unitalsiano e, attualmente, alunno del Teresianum, Pontificio Istituto di Spiritualità. La mostra si potrà visitare da domani all’8 dicembre nell’auditorium di San Vincenzo Ferreri a Ibla, dalle 16 alle 21. La mostra rientra nel programma dei festeggiamenti in onore dell’Immacolata. A promuoverla, con il patrocinio del Comune di Ragusa, la sottosezione Unitalsi di Ragusa e il mensile diocesano Insieme. A presentare la mostra sarà, domani, alle 19, Saro Distefano nel corso di un incontro con gli autori sul tema “Comunicare la fragilità”. Il programma delle celebrazioni in onore dell’Immacolata prevede anche, sabato 7, alle 18, la recita solenne dei Primi Vespri, presieduti dal vescovo mons. Carmelo Cuttitta, cui seguirà la recita dell’atto di affidamento della città di Ragusa alla Vergine, da parte del sindaco Giuseppe Cassì. Alle 21, una fiaccolata dal duomo di San Giorgio fino alla Chiesa dell’Immacolata, dove si terrà una veglia di preghiera.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori