Tutela dei minori: Montemarano, (Uni-Accredia), “a marzo un testo frutto dei lavori del Catholic international education office”

“Le linee operative per la protezione dei minori nelle opere della Chiesa individuate nel congresso del Catholic international education office (Oiec), che si è svolto lo scorso giugno a New York, si baseranno su una visione comprensiva di tutti gli abusi sui minori, sessuali e non sessuali, di cyberbullismo”. Lo ha affermato Emanuele Montemarano, presidente dell’organo di vigilanza Uni-Accredia, a margine del convegno “Non fate male a uno solo di questi piccoli”, incentrato sul tema degli abusi sui minori. L’incontro si inserisce all’interno del Congresso nazionale della Federazione istituti di attività educative (Fidae), dal 4 al 6 dicembre a Roma, dal titolo “I linguaggi delle nuove generazioni: educare attraverso le arti”.
Montemarano ha poi annunciato che a marzo sarà già disponibile un testo in inglese, italiano e francese, frutto dei lavori dell’Oiec e dell’incontro che si terrà il prossimo febbraio a Ginevra.
Per quanto riguarda le linee guida della Conferenza episcopale italiana ha infine ricordato che “verranno promossi percorsi di formazione per tutti gli operatori, l’individuazione di una figura referente per i minori con compito di coordinare tutta la rete di protezione dagli abusi, piani di vigilanza e procedure per gestire casi critici all’interno della scuola con l’autorità ecclesiale e civile”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy