Società: mons. Spreafico (Frosinone), “segni di solidarietà per aiutare le persone a vincere il male con il bene”

“Invito tutti a vivere il Tempo di Natale con spirito e azioni concrete di solidarietà. Ne abbiamo tutti bisogno. Noi cristiani lo viviamo perché siamo chiamati a questo dalla nostra fede, ma il senso della solidarietà è presente nel cuore di ogni donna e di ogni uomo”: così il vescovo di Frosinone-Veroli-Ferentino, mons. Ambrogio Spreafico, invita a vivere questi giorni. “Ci sono tanti gesti di solidarietà che si possono compiere: c’è stata nei giorni scorsi la raccolta alimentare, ci sono molteplici incontri con gli altri, soprattutto con le persone più sole, che si possono fare in questi giorni come nel resto dell’anno. Sono tanti i piccoli segni e le realtà presenti nella nostra diocesi, partendo dalla Caritas e spingendoci oltre, e molti i luoghi e gli uomini e le donne che in questo tempo vogliono esprimere vicinanza agli altri e soprattutto a chi soffre”. Lo stesso vescovo nei giorni scorsi ha incontrato i malati in ospedale e le persone detenute nel carcere del capoluogo della Ciociaria: “Ho salutato tutti i detenuti e abbiamo fatto un bel pranzo insieme, anche con le autorità cittadine e provinciali. È stato un momento di condivisione bello e simpatico, in un luogo di sofferenza e dove si esprime anche il male compiuto da molte persone”, racconta mons. Spreafico. “Dobbiamo cogliere la possibilità di aiutare le persone a vincere il male con il bene”, conclude.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori