Santa Sede: morto il card. Prosper Grech. Nel 2013 tenne la meditazione nel conclave che elesse Papa Francesco

È morto ieri all’età di 94 anni il cardinale Prosper Grech, dell’Ordine di Sant’Agostino, docente emerito di varie università romane e consultore della Congregazione per la dottrina della fede. Il porporato, nato a Malta nel 1925, è stato autore di numerosi libri e articoli su riveste scientifiche in italiano e inglese. Con la morte del card. Grech, non elettore, il collegio cardinalizio risulta ora costituito da 223 cardinali, di cui 124 elettori e 99 non elettori. Nel 1944 emette i voti religiosi nell’Ordine agostiniano e nel 1950 viene ordinato presbitero a Roma nella basilica di San Giovanni in Laterano. Nel 1953 ha concluso gli studi alla Pontificia Università Gregoriana conseguendo la licenza e il dottorato in teologia. Dopo aver studiato anche ad Oxford e a Cambridge, ha insegnato al Collegio Agostiniano a Malta. Nel 1965 è stato chiamato a presiedere l’Istituto teologico agostiniano. Il 14 febbraio 1969 ha fondato l’Istituto patristico Augustinianum, del quale dal 1971 al 1979 è stato primo preside. Nel corso degli anni il futuro porporato ha insegnato Ermeneutica al Pontificio Istituto biblico e Teologia biblica alla Pontificia Università Lateranense. Nel 1984 è stato nominato consultore della Congregazione per la Dottrina della Fede, nel 2003 membro della Pontificia Accademia teologica e nel 2004 della Pontificia Commissione Biblica. Fu creato cardinale nel 2012 da Papa Benedetto XVI e un anno dopo fu lui a tenere la meditazione ai 115 cardinali riuniti in Conclave nel 2013 che porterà all’elezione sul soglio di Pietro di Papa Francesco.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori