Capodanno: mons. De Luca (Termoli) domani celebra messa all’ospedale San Timoteo e al centro sociale di Montecilfone

Domani, mercoledì 1° gennaio, solennità di Maria Santissima Madre di Dio, il vescovo di Termoli-Larino, mons. Gianfranco De Luca, presiederà due celebrazioni eucaristiche per condividere insieme alla comunità l’inizio del nuovo anno ed esprimere vicinanza, sostegno e solidarietà in merito a due emergenze del territorio: il futuro dell’ospedale San Timoteo e della sanità del Basso Molise e la situazione di provvisorietà delle popolazioni colpite dal sisma dell’agosto 2018.
Alle 11.30 il presule celebrerà la messa nella cappella dell’ospedale San Timoteo insieme al cappellano, padre Francesco Savino, e alle 17 nella sala del centro sociale di Montecilfone insieme al parroco, don Franco Pezzotta.
“Nell’affidare a Maria e al suo sguardo materno l’inizio del nuovo anno per tutti noi – afferma il vescovo – ho voluto celebrare la messa in due luoghi significativi per la comunità diocesana che vivono situazioni di incertezza e fatica. Da un lato l’ospedale, che rappresenta un presidio da salvaguardare, a cui restituire dignità in attesa di futuri provvedimenti e in considerazione dei livelli essenziali di assistenza da garantire e potenziare evitando ulteriori tagli e disagi; dall’altro le comunità ferite dal sisma, che vivono anche le funzioni liturgiche in spazi provvisori non solo a Montecilfone ma anche ad Acquaviva Collecroce e a Castelmauro dove le chiese sono state rese inagibili dal terremoto”. “Insieme, nella preghiera e nella condivisione di un percorso con tutte le realtà del territorio, ci mettiamo in cammino per vivere un anno di speranza nella gioia del Signore che non abbandona mai i suoi figli”, conclude mons. De Luca.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori