Natale: mons. Visco (Capua), “diventiamo annunciatori dell’amore di Dio donato a tutti”

Mons. Salvatore Visco, arcivescovo di Capua

“Natale ci ricorda la compromissione di Dio per l’uomo espressa con una condivisione inimmaginabile: ‘Il Verbo si fa carne e viene ad abitare in mezzo a noi’. Se il Signore voleva salvarci in altro modo avrebbe potuto farlo. Ci salva invece diventando uno di noi, addossandosi i nostri peccati e diventando documento scritto del nostro debito, inchiodato sulla croce e quindi distrutto”. Lo sottolinea l’arcivescovo di Capua, mons. Salvatore Visco, nel suo messaggio per Natale.
“L’annuncio di misericordia e di perdono – che è il nucleo della predicazione evangelica – si realizza nella Pasqua di morte e Risurrezione, ma inizia col sì di Maria a Nazareth e la nascita del Redentore nella sperduta Betlemme”, sottolinea il presule, che ricorda anche la lettera apostolica di Papa Francesco “Admirabile signum” nella quale evidenzia che “questo grande mistero viene rappresentato col mirabile segno del presepe, caro al popolo cristiano, particolarmente ai semplici e ai piccoli: ‘Rappresentare l’evento della nascita di Gesù equivale ad annunciare il mistero dell’incarnazione del Figlio di Dio. Il presepe è un Vangelo vivo che trabocca dalle pagine delle Scritture. Mentre contempliamo la scena del Natale, siamo invitati a metterci spiritualmente in cammino’”.
Mons. Visco conclude il messaggio con un invito: “Diventiamo, per quanti incontreremo sui sentieri della vita, annunciatori dell’amore di Dio donato a tutti”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa