Natale: mons. Ambrosio (Piacenza-Bobbio), accogliere Gesù bambino “contemplando con occhi nuovi il mistero dell’amore di Dio”

“La nascita di Gesù: stupore, gratitudine, gioia e pace. Accogliamo questo inaudito dono: il Padre offre a tutti noi il suo Figlio amato che nasce nella povertà della condizione umana per risollevarci e renderci figli di Dio”. Lo scrive mons. Gianni Ambrosio, vescovo di Piacenza-Bobbio, nel suo messaggio natalizio. “Gesù viene a camminare con noi sulle strade del mondo come nostro fratello per salvarci dalla solitudine, dall’oscurità, dalla disperazione. La nascita di quel Bambino, attesa a lungo e tuttavia temuta e rifiutata da molti, riassume il mistero di Dio che ci ama fino a farsi piccolo ed entrare in una mangiatoia”. Mons. Ambrosio aggiunge: “Dio si è fatto bambino per essere vicino a noi e aiutare tutti noi a essere vicini a Lui, in comunione con Lui… Quel bambino che contempliamo nel presepe è il Figlio di Dio, nel suo volto riconosciamo il vero volto di Dio che è amore. Non solo: sempre contemplando quel bambino adagiato nella mangiatoia, possiamo conoscere il nostro vero volto, il volto di ogni essere umano”. “Auguro a tutti voi, carissimi piacentini, di accogliere e gustare la gioia e la pace del Natale contemplando con occhi nuovi il mistero dell’amore di Dio”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa