Parlamento Ue: bilancio dell’attività 2019. Riduzione gas a effetto serra, stop alla plastica monouso, sicurezza stradale

Il Parlamento europeo ha chiuso l’attività, prima delle vacanze di Natale, sospendendo i negoziati per il bilancio pluriennale in mancanza di un accordo con il Consiglio e accogliendo come eurodeputati l’ex presidente catalano Carles Puigdemont e il suo ex ministro Toni Comin. Nel sito del Parlamento europeo (www.europarl.europa.eu) appare una sorta di bilancio delle attività dell’Assemblea di quest’anno, comprese le elezioni di maggio. Il Parlamento “ha approvato i requisiti per ulteriori riduzioni delle emissioni di gas serra per le nuove categorie di automobili, furgoni e autocarri. I deputati hanno inoltre approvato il divieto di vendita di plastica monouso come forchette, piatti e cannucce a partire dal 2021, nel tentativo di ridurre l’accumulo di rifiuti di plastica sulle spiagge e nei mari”. A seguito di una votazione nella plenaria di aprile, a partire dal 2022 “tutti i nuovi veicoli dovranno essere dotati di dispositivi di sicurezza, quali l’assistenza intelligente alla velocità, per prevenire incidenti stradali”. “Durante tutto il 2019 il Parlamento ha seguito da vicino gli sviluppi relativi alla Brexit e ha approvato una serie di misure volte a mitigare il rischio di un eventuale ritiro del Regno Unito senza un accordo”.
I deputati hanno anche votato per rafforzare l’Agenzia europea della guardia di frontiera e costiera dotandola di un corpo permanente di 10mila guardie entro il 2027. “Le persone anziane e quelle con disabilità godranno di un migliore accesso a vari servizi e prodotti come sportelli bancomat, smartphone e biglietterie automatiche, grazie a una nuova direttiva che ha introdotto ulteriori requisiti per l’accessibilità”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy