Natale: oltre 300 i piatti sospesi acquistati dagli utenti tramite l’app per ordinare cibo a domicilio

Un grande successo, che cresce con gli anni e conferma l’importanza e la credibilità del primo progetto di food delivery solidale ideato da Just Eat in collaborazione con 50 ristoranti partner e le Caritas di Milano, Torino, Roma e, quest’anno, anche Napoli. In sole 2 settimane dal lancio dell’iniziativa, sono stati oltre 300 i piatti sospesi acquistati dagli utenti tramite l’app per ordinare cibo a domicilio, segno di una generosità in favore di quanti affrontano situazioni di difficoltà.
Il totale dei piatti raccolti viene consegnato nelle giornate del 17, 18 e 19 dicembre, a ridosso della Giornata internazionale della solidarietà umana (20 dicembre) e donato a ospiti e persone di centri accoglienza, mense e comunità individuate da Caritas Ambrosiana, Caritas diocesana Torino, Caritas di Roma e Caritas di Napoli, grazie anche alla collaborazione dei ristoranti e dei partner di logistica, Pony U e Food Pony, per le consegne nelle diverse città.
Cibo e digitale dimostrano così un legame ancora più forte in vista delle festività natalizie e, in questo senso, il progetto “Ristorante solidale” di Just Eat, e di cui l’iniziativa “Piatto sospeso” fa parte, afferma il successo dell’impegno verso la sensibilizzazione sul fenomeno dello spreco alimentare e sulla promozione dell’inclusione sociale attraverso azioni solidali.
Insieme agli oltre 50 ristoranti di Milano, Torino, Roma e Napoli che partecipano al progetto, “Piatto sospeso” è un’iniziativa semplice nella meccanica e grande di cuore: infatti per aiutare chi ne ha bisogno, dal 2 al 15 dicembre agli utenti è bastato aggiungere al proprio ordine su Just Eat un “Piatto sospeso” del valore di 3, 4 o 5 euro scegliendo tra tante specialità della tradizione italiana o trend che vengono da lontano e spopolano sempre più nel nostro Paese. La solidarietà delle persone è un comportamento virtuoso che Just Eat ha voluto premiare raddoppiando le quantità di portate da donare ai centri e alle persone individuate con i partner dell’iniziativa. Info: www.ristorantesolidale.it/piattosospeso2019.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori