Germania: “Giornata di preghiera per i cristiani perseguitati e oppressi” il prossimo 26 dicembre

La Conferenza episcopale tedesca chiede solidarietà ai cristiani di tutto il mondo per il prossimo 26 dicembre, quando la Chiesa cattolica in Germania celebrerà la “Giornata di preghiera per i cristiani perseguitati e oppressi”. Nelle liturgie del secondo giorno di Natale verranno ricordati i fratelli e le sorelle della fede che sono vittime dell’esclusione e dell’oppressione in molti luoghi del mondo. La Conferenza episcopale tedesca ha scelto la festa di Santo Stefano, primo martire cristiano come data per ricordare chi soffre oggi a causa della fede. La “Giornata di preghiera per i cristiani perseguitati e oppressi” esprime anche l’impegno della Chiesa tedesca per la libertà religiosa di tutte le persone. La Dbk consiglia di evidenziare il legame con i fratelli cristiani oppressi soprattutto nelle preghiere di intercessione. Allo stesso tempo, i credenti sono chiamati alla preghiera personale con l’attenzione rivolta ai cristiani della regione del Sahel. La giornata di preghiera del 26 dicembre fa parte dell’iniziativa “Solidarietà con i cristiani perseguitati e oppressi nel nostro tempo”, con la quale i vescovi nelle parrocchie, ma anche in pubblico, intensificano la volontà di rendere consapevoli i fedeli tedeschi delle discriminazioni e delle violenze che i cristiani subiscono in molte parti del mondo.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori