This content is available in English

Mediterraneo: Roma ospita Med2019. Economia, clima, migrazioni: dal 5 al 7 dicembre mille partecipanti

Mediterraneo al centro dell’attenzione per redigere una nuova “agenda positiva”: questo l’obiettivo della quinta edizione di Med2019, evento organizzato congiuntamente dal ministero degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale e dall’Istituto italiano di studi politici internazionali (Ispi). Roma, dal 5 al 7 dicembre, diventerà spazio di “relazioni diplomatiche” e riflessioni condivise tra oltre mille partecipanti. Arriveranno i ministri degli Esteri di Malta, Bahrein, Arabia Saudita, Giordania Qatar, Tunisia, Algeria, Turchia, Slovenia, India, Israele, Russia, Palestina, Egitto e Libia. Ci saranno poi ministri delle Finanze e amministratori delegati di grandi società, esponenti di istituzioni culturali e di enti internazionali per interrogarsi su “opportunità e sfide per l’economia della regione mediterranea”: individuare vie per superare la dipendenza, incentivare gli investimenti e l’innovazione, uscire dalle economie di guerra, garantire la sicurezza energetica, indagare le prospettive delle relazioni tra Cina e Medio Oriente saranno alcuni degli approfondimenti tematici di questa edizione. Gli eventi Med hanno in comune quattro pilastri: prosperità condivisa, sicurezza condivisa, migrazione, società civile e cultura. Il tema centrale del 2019 sarà quello dei cambiamenti climatici e “l’impatto che il riscaldamento globale ha sulle attuali dinamiche sociali e politiche, inclusi migrazione e conflitti”, spiegano gli organizzatori.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori