This content is available in English

Austria: comunità “Il cenacolo”, presepe vivente per scacciare la droga nel Burgerland

Si terranno il 21 e il 28 dicembre e il 4 gennaio prossimi le tre sacre rappresentazioni del presepe vivente a Kleinfrauenhaid nel comune di Zemendorf-Stöttera, in Austria. Il presepe è divenuto, in venti anni dalla prima edizione, un punto di riferimento nelle celebrazioni natalizie nel Burgerland. La realizzazione è affidata ai giovani della comunità di recupero per tossicodipendenti “Il cenacolo”. Sono previsti un totale di duemila visitatori, l’ingresso prevede una libera offerta. Le esibizioni sono state preparate in quasi due mesi di lavoro, in cui gli ospiti della comunità hanno costruito una “piccola Betlemme” con grande attenzione ai dettagli, con case, strade, piccoli laboratori e una grande stalla per la Sacra Famiglia. Pecore e altri animali sono reali. I “ragazzi” – come attualmente si definiscono i 39 residenti maschi – sono anche responsabili dei costumi, della direzione e degli effetti di luce e suono. Le famiglie con bambini interpretano i pastori e altri personaggi. Seguendo il motto “lavorare e pregare”, “Il cenacolo” nacque per volere di suor Elvira Petrozzi nel 1983 a Saluzzo, vicino a Torino. Ora ci sono 60 case in Europa, Nord e Sud America e Africa, con Kleinfrauenhaid unica filiale nell’area di lingua tedesca.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo

Informativa sulla Privacy