Papa Francesco: udienza, “ringrazio quanti, da tante parti del mondo, mi hanno inviato messaggi augurali”. “Buon Natale a tutti”

foto SIR/Marco Calvarese

“Ringrazio quanti, da tante parti del mondo, mi hanno inviato messaggi augurali per il 50° di sacerdozio e il compleanno”. A ripeterlo nelle diverse lingue, in tutti i saluti per gruppi linguistici che come di consueto costituiscono la seconda parte dell’udienza generale, è stato il Papa, che ha fatto anche gli auguri di Buon Natale a tutti i 7mila fedeli presenti in Aula Paolo VI. “Mancano ormai pochi giorni al Santo Natale del Signore Gesù”, ha detto ad esempio Francesco salutando i fedeli italiani: “Sull’esempio della Santa Famiglia, prepariamoci ad accoglierlo nella gioia, lasciandoci invadere il cuore dal suo amore per ciascuno di noi”. Salutando, inoltre, i pellegrini di lingua inglese, ha chiesto loro a braccio “di pregare per la Chiesa e di pregare che in questo Natale ci sia la pace”. Durante i saluti ai fedeli di lingua tedesca, non è mancato un saluto speciale alle bande musicali e corali del Tirolo, che fuori programma hanno cominciato a suonare alcuni loro pezzi, vestiti negli abiti tradizionali verdi, bianchi e rossi e muniti di cappelli di feltro a larghe tese verdi e gialli: “Con la vostra musica suggestiva ci fate entrare nello spirito del Natale”, l’omaggio di Francesco. “Auguro a tutti Buon Natale”, gli auguri del Papa, che nei saluti in lingua italiana ha inviato un saluto speciale ai sacerdoti e seminaristi cinesi del Pontificio Collegio Urano “De Propaganda Fidae” di Roma.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo