Migranti: Caritas Europa, “politiche migratorie siano giuste”. Le buone prassi che contribuiscono allo sviluppo sostenibile

Un forte appello ai politici europei: “Siate coraggiosi e date priorità a politiche migratorie giuste”, allargando i canali per “migrazioni sicure e legali”. E ricordando che la presenza dei migranti in Europa può “contribuire allo sviluppo sostenibile di tutti”. Lo lancia oggi Caritas Europa, in occasione della Giornata internazionale per i diritti dei migranti. “La migrazione è una opportunità per le nostre società – afferma Maria Nyman, segretaria generale di Caritas Europa -, per costruire una ‘casa comune’ globale, dove ciascuno può dare un contributo significativo per vivere con dignità”. La rete Caritas ha infatti lanciato una serie di pubblicazioni intitolata “Casa comune” dove vengono raccontate esperienze e progetti pilota di sviluppo sostenibile rese possibili grazie al contributo dei migranti. Come l’associazione Solidarco, fondata dalla diaspora congolese in Belgio, in collaborazione con il Belgian mutual fund solidaris: gli immigrati congolesi residenti in Belgio possono acquistare assicurazioni sanitarie per i loro familiari rimasti a Kinshasa. Le buone prassi spaziano nei settori più diversi: creazione di opportunità lavorative, ramo assicurativo, arte, politica, rimesse, cooperazione internazionale. Caritas Europa contesta perciò le politiche europee orientate solo al controllo delle frontiere – sempre più esternalizzate – e alla “criminalizzazione della mobilità”. La migrazione, sottolinea, è invece un “fattore chiave per lo sviluppo sociale ed economico delle comunità locali in Africa occidentale”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo

Informativa sulla Privacy