Natale: Terni, il vescovo Piemontese domani celebra la messa in Acciaieria. Il 25 pranzo per i poveri in episcopio

Un Natale che porti speranza, che faccia partecipi tutti, in modo particolare le persone sole, malate e bisognose, della gioia della festa e dell’amore di Dio. È il Natale che la Chiesa di Terni-Narni-Amelia si appresta a vivere nella fraternità e solidarietà. “In un contesto generale contesto d’incertezza, preoccupazione, ansia per il lavoro precario o disoccupazione endemica – ricorda il vescovo Giuseppe Piemontese – incertezza politica, in gradi diversi, nel governo nazionale, regionale e locale”, “il Natale ritorna, per ricordarci che Gesù si è fatto uomo, ha imparato l’arte del vivere umano, fatto di lavoro, di fatica, di studio, di dialogo, di ricerca della verità e di Dio; di confronto rispettoso e pacifico con la comunità, di condivisione del comune destino, di compassione e misericordia, di amore gli uni per gli altri, fino a donare la vita propria. Natale è il trionfo dell’umanità, rappresentata da Gesù”. Nella contemplazione del presepe, “le nostre città e la nostra diocesi possono imparare l’arte di amare e di vivere da uomini liberi e felici. Possiamo imparare a promuovere il bene e il benessere di tutti: specie dei poveri nei quali Gesù ha promesso di identificarsi con maggiore verità”, aggiunge il presule.
Tra i vari appuntamenti del periodo natalizio, domani, domenica 15 dicembre, alle 11 il vescovo Piemontese celebrerà la messa prenatalizia presso l’Acciai Speciali Terni di viale Brin, per i lavoratori dell’acciaieria e i loro familiari, mentre alle 16 celebrerà la santa messa prenatalizia alla Comunità Incontro di Amelia.
Giovedì 19 dicembre, alle 9, incontro con gli studenti dell’istituto omnicomprensivo Einaudi di Narni scalo, che come ogni anno hanno contributo al pranzo di Natale con gli addobbi e l’allestimento dei tavoli. Alle 11.30 celebrazione prenatalizia per i dipendenti della Cosp Tecno Service di Terni. Alle 18, nel salone della curia, il vescovo incontrerà i responsabili e delegati delle associazioni, dei gruppi e dei movimenti ecclesiali per condividere un momento di preparazione al Natale e per uno scambio augurale. Lunedì 23 dicembre 11.30 celebrazione prenatalizia all’Asm – Azienda Servizi Municipalizzati, nella sede dell’azienda a Maratta Bassa.
Segno di solidarietà con i più poveri è il tradizionale appuntamento del pranzo di Natale in episcopio del 25 dicembre (ore 13) offerto alle persone in particolari situazioni di disagio, difficoltà e solitudine. Con il vescovo Piemontese siederanno a tavola 130 invitati, assistiti dalle associazioni caritative della diocesi, in gran parte coloro che frequentano ogni giorno la mensa diocesana “San Valentino”, ma anche intere famiglie che hanno deciso di trascorre la festa insieme ai più bisognosi della città. I volontari si occuperanno della buona riuscita della giornata per far vivere ad ogni ospite la gioia di un Natale insieme.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa