Yemen: Oxfam, “in 10 milioni a un passo da grave carestia, stop a export armi”

“Nonostante il cessate il fuoco stabilito con gli accordi di Stoccolma il 13 dicembre 2018, la città portuale Hodeidah rimane il luogo più letale e pericoloso dello Yemen per migliaia di famiglie innocenti, con un quarto di tutte le vittime civili del Paese nel 2019: 799 tra morti e feriti e il 40% degli oltre 2.100 attacchi sui civili, che hanno continuato imperterriti dopo il summit di un anno fa tra le parti in conflitto, senza quasi nessuna tregua rispetto all’anno precedente”. Lo denuncia Oxfam assieme ad altre 14 organizzazioni umanitarie che chiedono di accendere i riflettori sulla situazione attuale del Paese dove “si continua a scappare da bombe e violenza che solo nel 2019 hanno causato 390.000 sfollati”. “Solo da Hodeidah dall’inizio del conflitto oltre 600mila persone sono state costrette a fuggire per mettersi in salvo”. Secondo le stime di Oxfam, “lo Yemen è ormai un Paese fantasma con 10 milioni di persone rimaste letteralmente senza cibo sull’orlo della carestia e altri 7 milioni già colpiti da grave malnutrizione”. “È la più grave crisi umanitaria al mondo in questo momento, secondo le Nazioni Unite. Il tutto in un Paese dove il 90% del cibo deve essere importato e dove a causa dei combattimenti e dei blocchi imposti dalle autorità è sempre più difficile per le organizzazioni umanitarie raggiungere le comunità che non hanno più accesso a ospedali, mercati, acqua potabile”. Viene richiesto dunque uno stop agli attacchi sul porto di Hodeidah da cui “transita il 70% del cibo, delle medicine e del carburante da cui dipende la sopravvivenza di oltre 20 milioni di yemeniti allo stremo”. Quindi, l’ong lancia un appello al Consiglio di sicurezza dell’Onu, perché “senza un vero processo di Pace si rischiano altri 5 anni di guerra”. Una richiesta anche per il Governo italiano con una petizione sull’export di armi: “Si faccia promotrice di embargo europeo verso tutte le parti in conflitto”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo