Venezuela: Brooking Institute, nel 2020 il numero di rifugiati supererà quelli della Siria

Il numero di rifugiati per la crisi umanitaria in Venezuela potrebbe presto superare quello dei rifugiati siriani e nei prossimi mesi potrebbe diventare il più grande esodo della storia moderna, secondo uno studio del Brookings Institute.
Lo studio, pubblicato nei giorni scorsi, mette insieme le cifre: 4,6 milioni di venezuelani hanno lasciato il loro Paese fino ad oggi, mentre in Siria il numero di rifugiati nel 2015 è stato di 4,8 milioni. Tuttavia, il numero di rifugiati siriani, vittime di un lungo e sanguinoso conflitto, tende a diminuire, mentre quello dei profughi del Venezuela tende ad aumentare, nonostante non ci sia in atto una situazione di guerra o conflitto convenzionale.
Brookings prevede che 6,5 milioni di venezuelani saranno all’estero entro la fine 2020, citando stime dell’agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati, l’Unhcr, e che, se la crisi umanitaria in Venezuela peggiorerà, raggiungeranno gli otto milioni.
Lo studio mette in evidenza che la risposta della comunità internazionale è stata modesta, in relazione all’entità dell’esodo. In risposta alla crisi siriana, la comunità internazionale ha mobilitato ingenti somme di capitale, che ha raggiunto la cifra di 7,4 miliardi di dollari in quattro anni. Per il Venezuela, in un periodo di tempo simile, sono stati assegnati solo 580 milioni di dollari. Ciò rappresenta, secondo lo studio, 1.500 dollari per ogni rifugiato siriano e 125 dollari per ogni venezuelano.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo