Emergenza rifiuti in Calabria: mons. Schillaci (Lamezia Terme), “occorre invertire rotta con azioni di salvaguardia e tutela dell’ambiente”

“La drammatica realtà che quotidianamente i nostri occhi vedono per strada ci provoca dolore e ci fa cogliere la fragilità umana. Le nostre strade non meritano tanto scempio, ma recupero e riscatto da ogni forma subdola di sopruso che mortificandone le coscienze ne impedisce lo sviluppo”. È quanto si legge in una nota della diocesi di Lamezia Terme, a firma del vescovo, mons. Giuseppe Schillaci, e dell’ufficio per la pastorale sociale e del lavoro nella persona di don Fabio Stanizzo, a proposito dell’emergenza rifiuti che sta colpendo le città e i paesi della Regione Calabria a causa della chiusura di alcune discariche.
“Il rispetto del territorio è un obbligo per tutti noi se davvero vogliamo sperare in un riscatto dei luoghi che abitiamo e se teniamo alla salute nostra e delle nuove generazioni”. Richiamando l’enciclica “Laudato si'” di Papa Francesco sulla cura della “casa comune”, la diocesi lametina ricorda che “non possiamo tacere su una situazione che potrebbe mettere a serio rischio l’identità di un territorio e la salute dei suoi cittadini. Occorre invertire la rotta mirando ad azioni di salvaguardia e tutela dell’ambiente, piuttosto che al suo indiscriminato sfruttamento”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo

Informativa sulla Privacy