Diocesi: Perugia, per il card. Bassetti pranzo di Natale con le detenute della casa circondariale. Sempre il 25 dicembre si apre il Punto di ristoro “San Lorenzo”

Da quasi venti anni il pastore della Chiesa diocesana di Perugia-Città della Pieve, il giorno di Natale, offre il pranzo alle persone in particolari situazioni di disagio, difficoltà e solitudine, affidando l’organizzazione agli operatori e ai volontari della Caritas diocesana guidata dal diacono Giancarlo Pecetti. Anche quest’anno il cardinale arcivescovo Gualtiero Bassetti rinnova l’invito ai suoi ospiti, rivolgendolo in particolare alle detenute della casa circondariale di Perugia Capanne, che visiterà nella mattinata del 25 dicembre per poi pranzare (ore 12) con loro, con il personale di sorveglianza e con i volontari. Il cardinale, molto sensibile alla realtà carceraria dove si reca in visita più di una volta nel corso dell’anno pastorale, ringrazia fin d’ora quanti si sono prodigati a vario titolo per questa iniziativa accolta dal Dipartimento dell’Amministrazione penitenziaria del Ministero della Giustizia, in particolar modo la direttrice, Bernardina Di Mario, e il comandante della Polizia penitenziaria, il commissario capo Fulvio Brillo. “Si tratta di una iniziativa che vuole fare sentire a questa realtà, spesso ai margini della società, in cui la persona viene rieducata, la vicinanza della comunità cristiana. Un gesto che avviene a Natale quando i cristiani sono chiamati a fare memoria della venuta del Figlio di Dio sulla terra per la salvezza di tutti gli uomini”, si legge in una nota della diocesi.
Oltre all’iniziativa del pranzo di Natale in carcere, a Perugia città, il 25 dicembre, sempre su indicazione del card. Bassetti, sarà aperto il Punto di ristoro “San Lorenzo”, più conosciuto come la “Mensa di via Imbriani 41” (in pieno centro storico), una struttura di valenza sociale avviata in collaborazione dal comune e dalla Caritas nel 2008, dove quotidianamente circa 70 persone (in gran parte pensionati e invalidi) ricevono un pasto caldo, soprattutto tanta umanità nell’essere accolti ed ascoltati. Il giorno di Natale (ore 13) sarà servito il pranzo a persone in difficoltà e sole, come tutti i giorni e in semplicità, perché l’importante è stare insieme, in un clima familiare. La “Mensa San Lorenzo” è anche un punto di riferimento per le persone anziane del quartiere dove è situata, adiacente all’antica chiesa della Madonna del Carmine.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa