Salute: Policlinico Gemelli, domani l’evento #AI4Docs “Opportunità e rischi dell’intelligenza artificiale in medicina”

Una riflessione a più voci su sviluppo tecno-scientifico e implicazioni etiche dell’intelligenza artificiale in sanità. Si terrà domani alle 9, presso il Policlinico Universitario A. Gemelli Irccs di Roma, promosso dall’omonima Fondazione in collaborazione con la Facoltà di medicina e chirurgia dell’Università Cattolica. L’intelligenza artificiale può aiutare ad accelerare e migliorare la diagnosi di malattie, può contribuire a curare i pazienti, ad esempio oncologici? Dobbiamo immaginare un prossimo futuro in cui l’intelligenza artificiale sostituirà o integrerà il ruolo dei clinici nelle attività medico-sanitarie? Sono alcune delle domande che saranno al centro dell’evento #AI4Docs “Opportunità e rischi dell’intelligenza artificiale in medicina”. “Si avvierà un dibattito esclusivo ed originale – si legge in una nota – cui parteciperanno istituzioni nazionali ed europee, scienziati ed esperti in machine learning, rappresentanti di company leader nel settore Ict e biomedicale e le Università ecclesiastiche su sfide e rischi da affrontare, vantaggi, infrastrutture necessarie e sistema normativo di cui la sanità dovrebbe dotarsi per gestire l’applicazione di intelligenza artificiale nel migliore dei modi in un’ottica di reale evoluzione della società”. Parteciperanno alla discussione Roberto Cingolani, chief Technology&Innovation Officer di Leonardo; Mauro Ferrari, presidente European Research Council; Hassan Sawaf, director AI di Facebook; Paolo Benanti, membro Task Force Mise per l’AI; Marco Simoni, presidente Human Technopole. Interverranno Sandra Zampa, sottosegretario di Stato alla Salute, e Alessio D’Amato, assessore alla Sanità e integrazione socio-sanitaria della Regione Lazio. Conclude l’arcivescovo Edgar Peña Parra, sostituto per gli Affari generali della Segreteria di Stato della Santa Sede.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo