Lettonia: campane per i cent’anni della liberazione di Riga. Lunedì 11 novembre servizio ecumenico nel duomo di Riga

L’11 novembre 1919 tutte le campane delle chiese di Riga suonarono in onore del piccolo e mal equipaggiato esercito lettone, che aveva liberato la capitale dall’assedio dell’esercito numeroso e ben armato, guidato dall’ufficiale russo Pavel Bermondt-Avalov. A cento anni da quell’evento, noto come il “Lāčplēsis Day”, il ministero della difesa e delle forze armate nazionali ha chiesto che tutte le campane suonino ancora per commemorare quella vittoria. Così il portale della diocesi di Riga rilancia l’invito alle chiese della capitale e di tutta la Lettonia, perché alle 20 di lunedì suonino tutte le campane per cinque minuti. Lunedì 11 novembre, e per tutta la prossima settimana, ci saranno commemorazioni di questo centenario nella repubblica baltica, e la nota della diocesi invita “ogni congregazione a pregare per il nostro Paese e i suoi leader, così come per i soldati e i servizi lettoni che si occupano della sicurezza nazionale”. Nel quadro delle celebrazioni ufficiali rientra anche un servizio ecumenico nel duomo di Riga, lunedì mattina.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori