This content is available in English

Caduta muro di Berlino: Sassoli (Parlamento Ue), “continuare ad abbattere i pregiudizi, sconfiggere i nazionalismi e lavorare per un’Europa della solidarietà”

(Bruxelles) “La caduta del muro di Berlino è l’episodio fondatore dell’Europa contemporanea e ci ha resi migliori”. David Sassoli, presidente del Parlamento europeo, così si esprime alla vigilia del 9 novembre, che ricorderà i 30 anni della caduta del muro eretto nel 1961. “Trent’anni fa l’Europa ha ritrovato la sua unità riconciliando lo spazio geografico con quello politico attorno ai valori della democrazia e della libertà. È un evento che ricordiamo con gioia e che ha offerto a noi e alle future generazioni la possibilità di affrontare le sfide globali con un patrimonio di valori utili alla difesa della dignità delle persone”. Sassoli aggiunge: “da quel giorno l’Europa è diventata più forte nell’affrontare le sfide che ha avuto davanti. La caduta del muro ha rappresentato la fine di un incubo per milioni di europei puniti e uccisi per la sete di giustizia ed emarginati per il desiderio di libertà. Ricordare quel periodo significa anche ribadire che mai più totalitarismi torneranno ad opprimere la vita dei nostri cittadini e a umiliare i nostri Paesi”. “Oggi – conclude Sassoli – non dobbiamo dimenticare quella lezione. I giovani di Berlino ci invitano ad avere lo stesso coraggio nel continuare ad abbattere i muri e i pregiudizi, sconfiggere i nazionalismi e a lavorare per un’Europa della solidarietà”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo