Austria: card. Schönborn (presidente vescovi), minaccia ecologica “è stata e rimane una sfida chiave per tutta l’umanità”

Si è conclusa ieri l’Assemblea plenaria autunnale della Conferenza episcopale austriaca (Öbk). Oggi, il card. Christoph Schönborn, durante una conferenza stampa a Vienna, ha presentato la sintesi dei lavori. Partendo dai risultati del Sinodo per l’Amazzonia, il cardinale ha evidenziato come “diventa chiaro che la protezione della casa comune, che Papa Francesco ha richiesto nella sua enciclica Laudato si’, è diventata una questione di sopravvivenza per tutto il mondo”. La minaccia ecologica “è stata e rimane una sfida chiave per tutta l’umanità”, ha detto il presidente della Öbk. Per i vescovi, la necessaria conversione globale avrà successo solo se collegata a un cambiamento nello stile di vita e alla volontà di rinunciare soprattutto nelle aree prospere del mondo. In una dichiarazione intitolata “Camminare insieme – Donne e uomini nella Chiesa”, i vescovi austriaci hanno espresso la loro disponibilità “a fare tutto il possibile nell’ambito delle attuali linee guida ecclesiastiche per coinvolgere le donne in una leadership concreta a tutti i livelli delle diocesi”, e Schönborn ha fatto riferimento a molte esperienze positive degli ultimi anni che incoraggiano in questo cammino. I vescovi austriaci hanno espressamente ringraziato quelle donne “che sono attive in innumerevoli parrocchie e altre istituzioni ecclesiastiche e contribuiscono così in modo significativo alla vivacità della Chiesa”. Altro punto toccato nella Plenaria il ruolo della Caritas nel combattere l’ingiustizia sociale: davanti a sempre nuove, spesso nascoste forme di miseria e povertà “la Caritas è quindi un principio vitale della chiesa e, per così dire, il suo battito cardiaco”, hanno scritto i vescovi nel documento finale.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo