Infanzia: Casa della carità, avviato il progetto “Primi Passi… in Biblioteca”

Avvicinare bambini e adulti alla lettura, far conoscere le attività della biblioteca, creare occasioni di socializzazione e relazione intorno al libro. Sono questi i tre principali obiettivi di “Primi Passi… in Biblioteca”, una serie di attività promosse a Milano dalla Biblioteca del Confine della Casa della carità, all’interno del progetto “Primi Passi. Polo sperimentale per la prima infanzia”, rivolte ai piccoli alunni delle scuole dell’infanzia e asili nido del Municipio 2 e ai loro genitori.
Quattro le azioni previste da “Primi Passi… in Biblioteca”, cominciate lo scorso 28 ottobre con le “merende”: ogni lunedì, dalle 16 alle 18, gli spazi della Biblioteca del Confine della Casa della carità (via Francesco Brambilla, 10 – Milano) saranno a disposizione dei bambini del quartiere e dei loro genitori, con la possibilità di fare merenda e leggere insieme, grazie anche alla presenza dei bibliotecari e di lettori volontari. Questa attività proseguirà oltre la fine del progetto, per creare occasioni di coesione sociale per la città e, in particolare, per i residenti del Municipio 2, dove la Casa ha la sua sede.
Ieri, all’interno di questo spazio, è poi iniziata un’attività di formazione alla lettura ad alta voce, tenuta dalla formatrice Paola Rauzi e dedicata ai genitori, anche stranieri. A seguito della formazione, mamme e papà saranno invitati a mettere in pratica quanto appreso, leggendo ad alta voce delle storie per i loro bambini e per tutti i piccoli alunni del quartiere. Infine, i bambini con i loro genitori si cimenteranno nella costruzione di alcuni “libri senza parole”, realizzati con materiali di riciclo, guidati da Martina Mangano, educatrice e illustratrice. Questa attività si svolgerà alla Scuola dell’infanzia di via Sant’Erlembardo (mercoledì 13 e 20 novembre alle ore 16, solo per gli alunni della scuola) e alla Biblioteca del Confine della Casa della carità (sabato 11 e 25 gennaio 2020 alle ore 10, aperto a tutti).
“È importante che fin dai loro primi anni di vita bambini e bambine crescano in un adeguato ambiente di lettura, perché questo li aiuterà a sviluppare le loro competenze linguistiche future; per farlo è necessaria la cooperazione di tutti gli attori coinvolti nel loro sviluppo: famiglia, scuola, servizi territoriali”, spiega Cecilia Trotto, responsabile della Biblioteca del Confine della Casa della carità.
“Primi Passi” è un progetto selezionato da “Con i Bambini” nellʼambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. Capofila è il Comune di Milano ed è realizzato da numerosi enti del terzo settore attivi nel Municipio 2.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo

Informativa sulla Privacy