Luigi Maria Palazzolo: sr. Gianmarisa Perani (Sdpip), “quando non ne potevo più dal dolore, mi sono affidata all’intercessione del fondatore”

“Quando non ne potevo più dal dolore, mi sono affidata all’intercessione del mio fondatore. Gli ho chiesto di intercedere per me. E quando mi sono trovata a stare bene, ho ringraziato il Signore: è lui che ha fatto tutto. Ho ringraziato l’intercessione di don Luigi Maria Palazzolo. So che anche i miei familiari, le mie consorelle, medici e sacerdoti gli hanno chiesto la grazia per riavermi in salute”. A parlare è suor Gianmarisa Perani. La religiosa, entrata tra le Suore delle Poverelle nel 1950, ha oggi 88 anni. Nel novembre 2015 era stata operata d’urgenza e dimessa dall’ospedale di Alzano Lombardo in condizioni preagoniche. Accolta nella struttura assistenziale Torre Boldone, la mattina del 14 gennaio il medico curante fa interrompere ogni trattamento, dichiarandola ormai alla fine. Dopo una giornata e parte della notte in stato comatoso, sr. Gianmarisa risponde all’improvviso all’infermiera che la stava assistendo. Da quel momento ha riacquistato progressivamente la salute. Questa mattina Papa Francesco ha firmato il decreto per il riconoscimento del miracolo avvenuto grazie all’intercessione del loro fondatore, il beato Luigi Maria Palazzolo (1827-1886), aprendo così al prete bergamasco la strada per la canonizzazione. “Don Palazzolo – afferma sr. Linadele Canclini, postulatrice della causa – era un prete innamorato di Dio, pieno di fede e di speranza, che ha saputo vivere nel suo tempo ‘la compassione di Gesù’ per i piccoli e poveri, specie per i rifiutati dalla società, mettendo in gioco entusiasmo, tempo, denaro e tutte le risorse del sua ricca personalità. Lo sguardo confidente nel volto di Gesù crocifisso gli ha cambiato la percezione visiva: ha generato in lui la capacità di vedere il volto di Gesù in ogni sofferente e gli ha offerto la possibilità di guardare il mondo dalla croce e aprirsi a una reale partecipazione alle sofferenze di ogni essere umano”. Don Palazzolo è stato beatificato il 19 marzo 1963 nella basilica di San Pietro a Roma da papa san Giovanni XXIII. Per la diocesi di Bergamo e per le Suore delle Poverelle la sua memoria liturgica è stata stabilita per il 22 maggio, giorno anniversario della fondazione dell’Istituto. Si attende ora che venga fissata la data della sua canonizzazione.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa