Clima: Mattarella, “Ue neutra dal punto di vista ambientale entro il 2050 è obiettivo impegnativo, non semplice, ma possibile”

(Foto: Ufficio per la Stampa e la Comunicazione della Presidenza della Repubblica)

“L’importanza degli obiettivi dell’Agenda 2030 dell’Onu” e “l’importanza dell’obiettivo che si è data la nuova Commissione dell’Unione europea, con l’intendimento dichiarato di fare dell’Unione europea, per il 2050, una realtà neutra dal punto di vista ambientale, una realtà che non contribuisca più in alcuna misura, neanche minima, all’inquinamento del globo”. Lo ha sottolineato questa mattina il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, intervenendo alla cerimonia di inaugurazione dell’anno accademico 2019-2020 dell’Università degli studi di Parma. Per il Capo dello Stato, si tratta di “un obiettivo impegnativo, non semplice, ma possibile. Ed è impegnativo, da sostenere in ogni modo”.
Mattarella si è poi soffermato sul fatto che “due sono i veri poli alternativi che abbiamo di fronte. Perché c’è una forte tentazione, di fronte alle novità, di tornare al passato. È come un capovolgimento della prospettiva che vi si è sempre stata”. Dopo aver ricordato il dialogo che Giacomo Leopardi pone tra un venditore di almanacchi e un passeggere, il Capo dello Stato ha evidenziato che “in realtà è il fascino del futuro che rende migliore l’attesa dell’anno a venire, degli anni a venire. Il fascino del futuro, il fascino di quello che l’umanità può fare di fare di stagione in stagione, contro la tentazione e la pretesa che i giovani siano ingabbiati nelle formule, negli strumenti e nelle soluzioni del passato, dei vecchi che li hanno preceduti”. “Questa – ha ammonito – è un’indicazione di fondo che non può che far optare ovviamente per l’utopia, che è tutt’altro che uscire dalla realtà, è tutt’altro che una fuga dal reale”. “E, del resto, quando Tommaso Moro, cinque secoli addietro, scrisse ‘Utopia’ – ha proseguito Mattarella – proiettò comportamenti così concreti nella vita reale da sacrificare la propria vita a un obbligo morale”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa