Diocesi: Albenga, domani festa per i 450 anni del seminario vescovile

Il seminario vescovile di Albenga festeggia domani il 450º anniversario della sua fondazione. Lo fa con una celebrazione eucaristica, presieduta dal vescovo mons. Guglielmo Borghetti, e concelebrata dai vescovi Mario Oliveri (emerito) e Antonio Suetta, originario della diocesi. La giornata ospiterà inoltre un excursus storico e una riflessione di mons. Borghetti sull’attualità del seminario. Prevista, inoltre, la posa di una lapide commemorativa e l’inaugurazione di una mostra fotografica di Mario Rossello sulla missione del prete, proposta dalla Biblioteca diocesana, in collaborazione con l’Ucai locale, e il concerto, “Seminario in musica”. Il seminario di Albenga nasce all’indomani del Concilio di Trento, durante il quale i padri sinodali decisero di istituire in tutte le diocesi i seminari, al fine di preparare i futuri preti alla vita sacerdotale. Uno dei vescovi che comprende la portata delle decisioni conciliari fu l’allora vescovo di Albenga, Alberto Carlo Cicada, il primo in Liguria a celebrare il Sinodo diocesano, convocato per presentare i decreti conciliari. Nell’occasione il vescovo propose di istituire il seminario come luogo di formazione al sacerdozio e incomincia l’iter con l’atto della fondazione del seminario, l’integrazione della sua costituzione e la richiesta della tassa a favore del seminario. “Pur mantenendo la sua prioritaria missione di favorire il discernimento e la formazione dei candidati all’Ordine sacro – spiega il rettore del seminario Enrico Gatti –, il seminario diocesano si presenta oggigiorno anche come centro per iniziative pastorali rivolte a sacerdoti e gruppi ecclesiali, luogo di incontri e di preghiera, dove continua la missione educativa, con cui la Chiesa facilita l’incontro di Dio con il suo popolo”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo

Informativa sulla Privacy