Papa in Giappone: alla Sophia University, “concentrarsi sui giovani”

“La tradizione ignaziana, su cui si basa Sophia, deve stimolare tanto gli insegnanti quanto gli studenti a creare un’atmosfera che favorisca la riflessione e il discernimento”. Lo ha ricordato il Papa, visitando la Sophia University, ultima tappa del suo viaggio in Giappone. “Nessuno studente di questa università dovrebbe laurearsi senza aver imparato come scegliere, responsabilmente e liberamente, ciò che in coscienza sa essere il meglio”, l’appello di Francesco: “Possiate, in ogni situazione, anche in quelle più complesse, interessarvi a ciò che nella vostra condotta è giusto e umano, onesto e responsabile, come decisi difensori dei vulnerabili, e possiate esser conosciuto per quell’integrità che è tanto necessaria in questi momenti, nei quali le parole e le azioni sono spesso false o fuorvianti”. “L’accompagnamento dei giovani è una realtà importante in tutto il mondo e tutte le istituzioni ignaziane devono favorire tale accompagnamento”, ha proseguito il Papa: “Come dimostra il Sinodo sui giovani e i suoi documenti, anche la Chiesa universale guarda con speranza e interesse ai giovani di tutto il mondo”. “La vostra Università nel suo insieme è chiamata a concentrarsi sui giovani, che non solo devono essere destinatari di un’educazione qualificata, ma anche partecipare a tale educazione, offrendo le loro idee e condividendo la loro visione e le speranze per il futuro”, la consegna di Francesco.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo