Romania: elezioni presidenziali, conferma per il conservatore europeista Iohannis. Alta affluenza alle urne

Conferma per il presidente della Romania Klaus Iohannis, esponente del centrodestra (Partito nazionale liberale), europeista, che si impone al ballottaggio svoltosi ieri, ottenendo un secondo mandato. Schiacciante la vittoria sull’ex primo ministro socialdemocratico Viorica Dancila, il cui governo era caduto il 10 ottobre con un voto di sfiducia in Parlamento. Da novembre, il nuovo primo ministro della Romania è il liberale Ludovic Orban. Il conservatore Presidente uscente si è imposto con il 63% dei voti (si attendono i risultati definitivi) rispetto al 37% delle preferenze raccolte da Dancila. Iohannis ha dichiarato a caldo: “La Romania ha vinto. La Romania moderna, europea ha vinto. I romeni sono gli eroi di oggi, hanno votato in numero impressionante e questo è il risultato più importante: il fatto che i romeni siano andati a votare”. Il presidente uscente era sostenuto da tutto il centrodestra, mentre Dancila era sostenuta dal suo partito ma non dagli ex alleati di governo, contrari alla riforma della giustizia voluta dal governo, osteggiata dal Paese e dall’Unione europea. Euronews ha raccolto il commento dell’europarlamentare del Ppe Siegfried Muresan: “Il rieletto presidente della Romania, Klaus Iohannis, ha fatto una campagna elettorale per dire al popolo rumeno che vuole lo stato di diritto, che vuole che gli standard europei vengano applicati in Romania nell’istruzione, nella medicina, nelle infrastrutture, nella pubblica amministrazione, nella giustizia, nella lotta contro la corruzione e i romeni hanno risposto in modo schiacciante”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy