Maltempo: Confagricoltura chiede un piano urgente di interventi. In Piemonte orticoltura azzerata, in Liguria danni alle serre

Un piano urgente di prevenzione prima e manutenzione poi di tutto il territorio italiano. È quanto chiede oggi Confagricoltura di fronte agli effetti dell’ondata di maltempo che ha colpito la Penisola.
“L’emergenza maltempo – commenta il presidente dell’organizzazione agricola, Massimiliano Giansanti – evidenzia ancora una volta la fragilità di tutto il territorio nazionale e la necessità di intervenire non più con misure tampone, ma con piani prioritari per le popolazioni, oltre che per le aziende. Occorre rivedere i programmi di manutenzione dei corsi d’acqua per mettere in sicurezza intere aree, prevenendo ulteriori dissesti idrogeologici che causano purtroppo vittime e danni di milioni alle imprese e all’agricoltura italiana”.
Confagricoltura effettua poi un primo censimento dei danni. “In Piemonte – spiega una nota –, la situazione è grave e si temono ulteriori peggioramenti: molte zone in provincia di Alessandria sono sommerse dalle esondazioni del Bormida. Nell’Astigiano soffrono i Comuni a Sud. Nel Canavese, al confine con la Valle d’Aosta, l’elenco delle frane e degli smottamenti per lo straripamento dei rii è lunghissimo”. In molte aree per le nuove semine occorrerà attendere la fine dell’inverno, mentre “l’orticoltura conta danni al 100% per le verdure in campo, in particolare nelle province di Alessandria e Torino: cavoli, cavolfiori, spinaci, cardi sono completamente persi. Totalmente allagati i vivai, in particolare di pioppi, nelle due province e in quella di Cuneo”. In Valle d’Aosta numerose borgate sono totalmente isolate per la neve e le frane, con conseguenze anche per gli allevamenti. “In Liguria un vero e proprio evento alluvionale ha colpito le province di Genova e Savona. Sulle zone costiere, per ciò che concerne l’agricoltura, intere coltivazioni e serre sono sott’acqua. In Lombardia si attende la piena del Po e numerose aziende agricole in prossimità del fiume sono state evacuate”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy