Diocesi: Termoli-Larino, il vescovo De Luca promuove tavolo di confronto su emergenze del Basso Molise con i rappresentanti delle istituzioni

Un incontro con tutti gli amministratori del Basso Molise per fare il punto sulle criticità del territorio e definire possibili strategie per il rilancio dell’intera area da rappresentare nelle opportune sedi istituzionali. È stato promosso dal vescovo di Termoli-Larino, mons. Gianfranco De Luca, assieme al sindaco di Larino, Giuseppe Puchetti, e convocato per giovedì giovedì 28 novembre, alle 18, nella Casa di formazione diocesana San Giovanni XXIII di Larino. Al tavolo di confronto, cui sono stati invitati tutti i sindaci del territorio, parteciperà Alberto Lo Presti, direttore del Centro Igino Giordani, docente di Teoria politica all’Istituto Universitario Sophia e di Storia delle dottrine politiche alla Pontificia Università San Tommaso d’Aquino – Angelicum. L’iniziativa è nata da una riflessione relativa al contesto socioeconomico e alle emergenze del Basso Molise così come è stato evidenziato nella lettera di invito a firma del vescovo De Luca e del sindaco di Larino rivolta a tutti gli amministratori: “Il terremoto del 2002 e quello del 2018 hanno accentuato le criticità e da quella che poteva essere una ripartenza, abbiamo invece ereditato ancora maggiori disagi – si legge nel testo –. A peggiorare la situazione negli ultimi anni, anche il venir meno dei livelli essenziali di assistenza nell’ambito sanitario a causa dei continui tagli che hanno riguardato le strutture ospedaliere di questo territorio. Le comunità sono sempre più isolate, i giovani lasciano i loro paesi e la popolazione diminuisce e invecchia. Gli enti locali non riescono a sopperire, con le poche risorse economiche e umane messe a loro disposizione, alle richieste di un territorio in sofferenza”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori