Diocesi: Termoli-Larino, dall’assemblea diocesana nuovo slancio per il percorso di Chiesa sinodale

“Da battezzati dentro la storia” è stato il tema dell’assemblea diocesana che la diocesi di Termoli-Larino ha organizzato venerdì scorso nella parrocchia S. Maria degli Angeli a Termoli. La giornata, aperta dal vescovo Gianfranco De Luca, è stata una tappa importante del percorso di Chiesa sinodale che la diocesi ha intrapreso. Relatore della giornata è stato Pasquale Bua, sacerdote della diocesi di Latina, direttore dell’Istituto teologico Leoniano di Anagni e docente di teologia dogmatica alla Gregoriana. Seguendo l’enciclica “Evangelii Gaudium” di Papa Francesco, Bua ha sottolineato il fatto che tutti i battezzati sono uguali ed hanno stessa dignità. Il battesimo è il sacramento che fonda e giustifica tutti gli altri: è a partire dal battesimo che si propongono cammini formativi per accedere agli altri sacramenti. Bua ha ricordato che i ministeri istituiti e ordinati sono al servizio di tutti i laici e la promozione dei laici nella Chiesa non significa clericalizzazione. La sinodalità, inoltre, nasce dal battesimo, su cui si fonda la comunione della Chiesa. Richiamandosi ad Evangelii gaudium ha sottolineato che la sinodalità ha come protagonista la comunità dei fedeli, che formano la Chiesa, che camminano insieme verso la stessa meta. In questa prospettiva si delinea l’immagine di una piramide rovesciata, opposto dell’immagine classica, della piramide con al vertice il Papa. Il Papa è servo dei servi, la punta estrema della piramide, al punto più basso.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori