Azione Cattolica: mons. Forte (Chieti), “coltivare il sogno missionario di arrivare a tutti con la gioia missionaria del Vangelo”

“Di fronte alle solitudini di questo mondo, siamo chiamati ad annunciare la gioia del Signore condividendola nella fraternità cristiana”. Lo afferma mons. Bruno Forte, arcivescovo di Chieti-Vasto, intervenendo oggi al Convegno nazionale del Settore Adulti di Azione Cattolica sul tema “On the road. In dialogo con la vita adulta sui passi del Vangelo”. La relazione del presule ha offerto una panoramica sulle linee che la Cei sta elaborando in questi mesi verso gli Orientamenti pastorali per il quinquennio 2020-2025. La parte analitica dell’intervento di mons. Forte ha definito le coordinate del “cambiamento d’epoca” in cui viviamo: “L’evanescenza dell’umano, il diffondersi dell’ateismo, la solitudine come riflesso della rivoluzione digitale”. “La gioia del Vangelo va testimoniata non singolarmente, ma come fraternità di popolo” ha proseguito l’arcivescovo di Chieti, spiegando come alla luce di Evangelii gaudium sia necessario coltivare “il sogno missionario di arrivare a tutti” con un annuncio evangelico alimentato da laici maturi e da una presenza incisiva della donna, in una Chiesa sinodale nella forma e nella sostanza. “Il cattolicesimo popolare, ancora oggi vivo in molte parti del nostro paese; l’animazione della cultura, che richiede oggi un nuovo investimento; il ripensamento della presenza dei cattolici nella città e nella politica, non nella forma di un partito unico ma nella forma di idee e di proposte” sono i campi di azione su cui ha concluso mons. Forte, che chiamano in causa anche un contributo di idee e di azione agli adulti di Ac.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy