Violenza su donne: Mogherini (Ue), “serve impegno di istituzioni, società civile e… soprattutto degli uomini”

(Bruxelles) “L’Unione europea si impegna a lavorare instancabilmente con i nostri partner per rafforzare i quadri e le istituzioni legali, sostenere lo sviluppo e l’istruzione, affrontare le cause profonde della violenza, promuovere l’emancipazione delle donne”. Lo afferma ancora l’Alto rappresentante Ue per la politica estera, Federica Mogherini, alla vigilia della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne (25 novembre). “Porre fine alla violenza contro donne e ragazze richiede però un fermo impegno non solo a livello istituzionale. Richiede un ampio coinvolgimento delle organizzazioni internazionali, delle ong, della società civile in generale. E soprattutto degli uomini”. “Il nostro obiettivo è chiaro: eliminare la violenza contro donne e ragazze. L’Ue rimarrà in prima linea in questa mobilitazione internazionale per difendere i diritti di ogni donna e ogni ragazza di vivere libere e al sicuro. Lo facciamo per il nostro futuro e per il nostro presente perché le donne sono il pilastro di società giuste, aperte, sviluppate e democratiche e nulla dovrebbe privarle della libertà di svolgere il proprio ruolo liberamente e in sicurezza”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy