Salute mentale: Previte (Cristiani per servire), “a 41 anni dalla sua entrata in vigore, la legge Basaglia va modernizzata”

“Quarantuno anni fa entrava in vigore la legge Basaglia. La rivoluzionaria idea di chiudere i manicomi è stata una grande conquista, ma non ha previsto strutture alternative. È una legge che va modernizzata”. Lo afferma Francesco Previte, presidente di “Cristiani per servire” che da anni si batte per la riforma dell’assistenza psichiatrica. Insieme alle Opere don Guanella e don Orione, l’associazione chiede oggi un intervento concreto per sopperire alle esigenze delle famiglie in cui vivono persone affette da disagio psichico. “In questi anni – denuncia Previte –, sono state ‘scaraventate’ centinaia di migliaia di famiglie nella disperazione e nell’angoscia a vivere giorno e notte direttamente il rischio ed il dramma conseguente con la presenza in esse di un malato di mente, ‘subendo’ sulla propria pelle le conseguenze, come tutt’ora avviene con gli episodi di lucide follie anche per l’uomo della strada per il cittadino qualunque quasi quotidianamente, ‘costringendo’ alcune famiglie in alternativa, ad accollarsi onerosi costi di ricovero in strutture private in un rimedio peggiore del male”. Previte torna ad auspicare l’introduzione di una legge-quadro, da tempo richiesta, e nel frattempo si augura che si possa discutere di eventuali miglioramenti o adeguamenti. “Il grave problema dei disabili di mente deve essere risolto, dopo, ripeto, molti anni dalla emanazione delle Leggi 180 e 833 che hanno ‘chiuso’ i manicomi senza peraltro disporre strutture atte alla prevenzione, cura ed eventuale inserimento sociale dei’malati’, con una legislazione – aggiunge – adeguata ed efficace, chiara e categorica, libera da forme di burocratismo che ne svilisce l’applicazione e diluisce la responsabilità sia degli Enti locali che dei soggetti”. In particolare “Cristiani per servire” chiede che si lavori ad una legge-quadro che tuteli la dignità e la salute dei malati psichici, che vengano adottati servizi specifici in strutture adeguate e che venga garantita la sicurezza di tutti i cittadini.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia