Maltempo: Protezione civile, “persistono piogge intense al Nord-Ovest, atteso peggioramento al Centro-Sud. Allerta rossa in Liguria”

“L’Italia continua ad essere interessata dal passaggio di vari impulsi perturbati, che interessano oggi soprattutto il Nord-Ovest e le Regioni tirreniche. Nella giornata di domani il maltempo registrerà un ulteriore peggioramento, con precipitazioni intense e persistenti ancora sul Nord-Ovest e in estensione, dal pomeriggio, al Centro-Sud, con intensificazione dei venti dai quadranti meridionali”. Ad annunciarlo è il Dipartimento di Protezione civile in una nota nella quale spiega che “sulla base delle previsioni disponibili” e “d’intesa con le Regioni coinvolte” è stato emesso “un ulteriore avviso di condizioni meteorologiche avverse che integra ed estende quello diffuso ieri”. “L’avviso – prosegue la nota – prevede dalle prime ore di domani, sabato 23 novembre, precipitazioni da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Valle d’Aosta, Emilia-Romagna e Lombardia, in estensione dal pomeriggio a Veneto, Toscana e Lazio. Dalla mattinata si prevede, inoltre, il persistere di precipitazioni diffuse e abbondanti, anche a carattere di rovescio o forte temporale, su Liguria e Piemonte”. “Le precipitazioni – aggiunge la Protezione civile – saranno accompagnate da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento. Si segnalano, infine, dalle prime ore di domani venti di burrasca dai quadranti meridionali, con rinforzi fino a burrasca forte, sulla Liguria, in estensione alle zone costiere di Toscana e Lazio, con possibili mareggiate lungo le coste esposte”.
Sulla base dei fenomeni previsti e in atto è stata valutata per la giornata di domani allerta rossa sulla Liguria centrale e di ponente. Valutata, inoltre, allerta arancione su gran parte del Piemonte, dell’Emilia-Romagna, sull’area meridionale del Veneto e su parte della Liguria. Valutata, infine, allerta gialla su Trentino Alto Adige, Valle d’Aosta, Lazio, Umbria, Sicilia, su parte di Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Toscana, Abruzzo, Calabria e sui restanti settori di Piemonte, Veneto, Liguria ed Emilia-Romagna.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia