Austria: nasce la “Conferenza religiosa”, unione degli ordini femminili e maschili attivi in pastorale, spiritualità, scuola e sanità

Dal 25 al 28 novembre i superiori delle Congregazioni religiose dell’Austria si riuniscono per la tradizionale conferenza autunnale nella Kardinal-König-Haus di Vienna. Nell’assemblea si parlerà di missione, di anno volontario dell’ordine, di assistenza medica e scolarizzazione, oltre che del futuro degli attuali 4.900 tra religiose e religiosi che vivono in Austria. Per la terza volta, anche quest’anno è previsto un “Ordenstag Young”, la Giornata dell’Ordine dei giovani, che serve al reciproco conoscersi e allo scambio di esperienze tra consacrati e consacrate durante i primi anni della loro vita religiosa. Nell’ambito del progetto “Anno dei volontari”, le parti interessate possono immergersi nella vita monastica per un periodo compreso tra tre e dodici mesi e vivere con le rispettive comunità. Attualmente, 24 donne e 13 uomini provenienti da tutta l’Austria partecipano al progetto. Altra nota importante nei lavori è la nascita della “Conferenza religiosa austriaca” che si riunisce per la prima volta lunedì 25 novembre: si tratta di un nuovo organismo che unisce la “Superiorenkonferenz” degli ordini maschili e per le donne la “Federazione degli ordini femminili dell’Austria”, che si fonderanno in una unica organizzazione.
Ci sono in Austria attualmente 109 ordini religiosi femminili e 86 maschili. Circa 4.900 donne e uomini religiosi operano nel Paese. Nelle 232 scuole tenute da religiosi gli alunni frequentanti sono oltre 51mila. Tra gli altri servizi forniti quello assistenziale, quello sanitario (con un milione e mezzo di pazienti) e quello culturale (promozione di iniziative, cura di 500 fra archivi e biblioteche).

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia