Sir: principali notizie dall’Italia e dal mondo. Alitalia, futuro ancora in bilico. Israele, probabile ritorno alle urne

Cronaca: Livorno, incendio sul mercantile Eurocargo Trieste a tre miglia dalla costa. Nessun ferito a bordo

Incendio nella notte, intorno alle 2.30, nella sala macchine di un mercantile, l’Eurocargo Trieste, a circa tre miglia dal porto di Livorno: 25 le persone dell’equipaggio tra le quali, secondo quanto riferisce Ansa, non risulterebbero feriti o intossicati. Insieme ai vigili del fuoco sono ancora a bordo della nave che è stata poi trainata in porto. Il traffico marittimo dello scalo livornese è stato così inizialmente sospeso venendo poi riaperto al momento in entrata dopo che il mercantile è stato portato fuori dall’avamporto. Ora la nave si trova in rada poco fuori dalla diga portuale della Vegliaia, assistita da una motovedetta della Capitaneria di porto e dai rimorchiatori e dai mezzi dei vigili del fuoco che proseguono il lavoro con gli idranti per raffreddare dall’esterno le lamiere della sala macchine, dove si è sviluppato l’incendio.

Economia: Alitalia, oggi scadono i termini per la presentazione di un’offerta. Fs, “mancano le condizioni”

Non ci sono le condizioni per fare un’offerta vincolante per Alitalia. Lo affermano le Fs, al termine del Cda svoltosi ieri, mentre oggi, 21 novembre, scadono i termini per la presentazione di un’offerta. “Il Consiglio di amministrazione di Fs Italiane – si legge nella nota – ha esaminato le posizioni espresse dai potenziali partner industriali in merito all’eventuale offerta relativa all’operazione Alitalia, in vista del termine del 21 novembre assegnato dai Commissari straordinari”. “Sono state esaminate le comunicazioni inviate nei giorni scorsi da Delta, che a seguito del lavoro congiunto condotto negli scorsi mesi ha confermato la disponibilità a partecipare all’equity della nuova compagnia, nonché la lettera trasmessa ieri da Lufthansa, con cui si sono tenuti incontri nelle ultime settimane”. “In proposito, pur prendendo atto degli elementi positivi contenuti in tali comunicazioni si nota che Lufthansa ha prospettato la disponibilità ad un accordo commerciale, ma non ad un ingresso immediato nell’equity della nuova Alitalia”. Atlantia dal canto suo ha reso noto che “allo stato non si sono ancora realizzate le condizioni necessarie per l’adesione al progetto”. “Pertanto, il CdA di Fs Italiane, confermando l’impegno e la disponibilità dell’azienda a proseguire le negoziazioni per il costituendo consorzio, per cui ad oggi non sono ancora maturate le condizioni necessarie, attende le valutazioni dei Commissari straordinari in merito alle iniziative da intraprendere”.

Libia: drone italiano precipita nei pressi di Tarhouna. La Difesa, “velivolo a supporto dell’operazione Mare sicuro”

È precipitato “per un guasto tecnico e non era coinvolto nel conflitto in Libia, come la propaganda del generale Khalifa Haftar e i suoi sponsor vogliono far credere” il drone italiano caduto ieri nei pressi di Tarhouna. Lo dice all’Adnkronos Ashraf Shah, ex consigliere politico dell’Alto consiglio di Stato, secondo cui le autorità dell’Aeronautica militare e dell’Aviazione civile di Tripoli “hanno ricevuto un warning dagli italiani con il quale comunicavano l’avaria”. “Il drone precipitato era coinvolto nell’operazione Mare sicuro”, afferma ancora Shah, denunciando come “l’altra parte voglia fra credere che sia stato abbattuto un velivolo nemico”. La contraerea dell’Esercito nazionale libico, le forze che fanno capo al generale Khalifa Haftar, ha invece fatto sapere di aver abbattuto un drone a Tarhuna, nella regione libica della Tripolitania. Lo Stato maggiore della Difesa ha chiarito che “il velivolo, che svolgeva una missione a supporto dell’operazione Mare sicuro, seguiva un piano di volo preventivamente comunicato alle autorità libiche. Sono in corso approfondimenti per accertare le cause dell’evento”.

Regno Unito: ragazzo di 16 anni, neonazista dichiarato, riconosciuto colpevole di reati di terrorismo

Un ragazzo inglese di 16 anni, neonazista dichiarato, è stato riconosciuto colpevole nel Regno Unito di reati di terrorismo per aver teorizzato azioni di guerriglia e progettato attentati antisemiti fin da quando ne aveva solo 14. Si tratta del più giovane condannato per violazione del Terrorism Act nella storia britannica. Il ragazzo, originario di Durham, è stato processato da un giudice minorile della Manchester Crown Court e il suo nome non è stato reso noto per ragioni legali di tutela della sua età.

Israele: governo, tempo scaduto. Si prospettano nuove elezioni. Accuse reciproche tra i leader di partito

In Israele il tempo a disposizione per formare un governo è agli sgoccioli e la minaccia di tornare al voto, per la terza volta, incombe. Un’ipotesi invisa – a parole – a tutti ma verso la quale il Paese avanza velocemente. Avigdor Lieberman, leader del partito ultranazionalista russofono Yisrael Beiteinu, ha annunciato che non sosterrà né il leader di Blu e Bianco, Benny Gantz, né Benjamin Netanyahu, alla guida del Likud, come premier d’Israele. La decisione, arrivata tra le accuse reciproche, apre la strada a nuove elezioni. “Non ho lasciato nulla di intentato per cercare di raggiungere un governo di unità come promesso. Se siamo trascinati in nuove elezioni, sarà a causa della mancanza di leadership”, ha sentenziato Lieberman, convinto che Gantz e Netanyahu “siano entrambi colpevoli. L’unica cosa che si frappone tra noi e un esecutivo sono le agende personali”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo

Informativa sulla Privacy