Settimanali diocesani: Tarquinio (Avvenire), “di fronte a una strage di pluralismo, continuare a essere a servizio”

foto SIR/Marco Calvarese

“Negli ultimi 12 anni è scomparso il 48% di testate periodiche e quotidiane. Una strage di pluralismo, una sfida alla tenacia di tutti noi. Abbiamo di fronte una politica che sembra accettare la logica darwiniana di questo tempo: solo pochi possono salvarsi con grandi centri di comando. Sempre meno che controllano l’informazione”. Lo ha detto il direttore di Avvenire, Marco Tarquinio, oggi, in apertura della XIX Assemblea nazionale elettiva della Federazione italiana settimanali cattolici, in programma a Roma fino al 23 novembre. “Quello che voi vedete bene è quello che noi, come Avvenire, possiamo amplificare – ha aggiunto il direttore -. Una collaborazione per leggere la realtà ogni giorno. Una collaborazione che prevede affiancamento stabile con gli inserti”. Forma di collaborazione per “essere capaci di un’unità efficace”. Tarquinio ha poi indicato l’impegno per il futuro, “quello di continuare a essere a servizio”. “Abbiamo qualcosa da dire, da fare cronaca e mettere accanto alla cronaca un’opinione limpida. Dobbiamo continuare a farlo perché è quello che questo tempo ci chiede”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo