Denatalità: Casellati, “il calo demografico è un’emergenza nazionale, servono subito misure coraggiose e di lungo periodo”

Il calo demografico è “un’autentica emergenza nazionale” che richiede “soluzioni coraggiose e di lungo periodo”. Lo ha affermato il presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, nell’intervento introduttivo al convegno “Emergenza denatalità: l’Italia di oggi, l’Italia di domani”, da lei stessa promosso presso la Sala Koch di Palazzo Madama. Un Paese che non fa figli, ha osservato il presidente del Senato alla luce dei noti dati dell’Istat, è “incollato a un presente eterno”. “Occorre invertire la tendenza”, ha aggiunto, perché “investire nella famiglia, investire nella genitorialità, significa investire nel futuro dell’umanità”. Per il nostro Paese, in particolare, la denatalità è destinata a porre “problemi di sostenibilità del welfare e delle politiche pubbliche”, a mettere a rischio “la tenuta del tessuto sociale” e “la stabilità del sistema previdenziale”. Oggi, ha sottolineato a questo proposito la Casellati, il rapporto lavoratori/pensionati è di 3 a 2 e l’equilibrio è già fragile, ma nel 2035 sarà di uno a uno. C’è il pericolo di una “tempesta perfetta che avrà effetti devastanti” se non si porrà tempestivamente rimedio a questo processo. A partire dalla legge del 2000 sulle pari responsabilità familiari, ha ricordato il presidente del Senato, non sono mancati “diversi tentativi” nella giusta direzione. Ma “è mancato un progetto organico”, “è mancata una visione strutturale di lungo periodo”. Adesso è necessaria una “svolta legislativa” che dev’essere attuata “in tempi rapidi” nella consapevolezza che effetti significativi non si vedranno prima di vent’anni e quindi occorre avere anche la capacità di “anticipare e programmare i cambiamenti”. Questi obiettivi, ha concluso il presidente del Senato”, vanno perseguiti “unendo le forze” e “facendo sistema”, con “il contributo di tutti i soggetti”, dalle istituzioni alle imprese, dai partiti alle associazioni.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy